CHI SONO

Non chiamatemi artista

Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare. Daniel Pennac

È arte la fotografia? Chi lo sa e chi se ne importa? Mi piace! Edward Weston

Eccomi qui!

“Purtroppo” mi tocca scrivere la biografia per il sito! Mi ci hanno “costretto”, dicono che sia giusto pubblicarne una! Era da tempo che non scrivevo, almeno che non vogliamo intendere “scrivere con la luce”, la fotografia che mi permettere di esprimermi impressionando una pellicola, ritraendo su carta storie, visioni ed emozioni.

Questa è la mia passione, ma non nascondo di avvertire una sensazione di disagio e di sollievo allo stesso tempo, quasi un sentimento di “liberazione” perchè finalmente posso raccontarmi a voi che con le vostre vite, gioie, narrazioni dalle più intime a quelle pubbliche che alimentate la mia passione per il lavoro fotografico. E dunque si diciamolo che la fotografia mi accompagna da quando ero un bambino, come un primo vero amore che ti accompagna sempre nella vita!

Eh si! La fotografia e io siamo una coppia con tanto di alti e bassi nella relazione, a volte amore cieco, altre volte odio vero di quelli che solo gli innamorati sinceri soffrono, ma poi come per tutte le relazioni intense e burrascose tutto passa, si azzera, rinasce e quindi torniamo nuovamente l’uno alla ricerca dell’altra. No, non lo pensate, non è follia… è Amore Vero.

Attrezzatura e tecnica sono solo l’inizio. È il fotografo che conta più di tutto. John Hedgecoe

Il mestiere del Fotografo l’ho scoperto e imparato da solo, anche per questo ho un rapporto forte con la fotografia. La natura della mia passione mi spinge a differenziami con naturalezza, ritrovandomi sempre a fare ricerca, sperimentazione, perchè il mio modo di fotografare é in continua evoluzione. La mia formazione è “artistica” avendo frequentato l’Istituto d’Arte con l’indirizzo di grafica pubblicitaria e fotografia, ma non inseguo l’arte, preferisco dire che pratico la fotografia. Anzi mi piace definirmi “fotografo di cerimonia” perchè è giusto così ed è ciò con cui procuro da vivere per me e la mia famiglia.

L’etichetta dell’ artista che qualcuno mi affibbia, seppur immeritata, mi stà strettissima.

Gli artisti sono altri e a loro l’onore di esserlo!

MENU

Back

Share to